GRATIS con il GRATUITO PATROCINIO

gratis assistenza legale con analisi documentale e valutazione se hai diritto al gratuito patrocinio

0
190

Con la diffusione dei servizi internet e quindi dei social capita spesso di imbattersi in siti, aziende e atro che, per avvantaggiarsi di una maggior visibilità, sembrano offrire assistenza legale gratuita.

Chiariamo subito che, come avviene per il servizio erogato dal presente portale di AVVOCATO ITALIA®™, gratuito può essere un preventivo, anzi, lo dovrebbe essere sempre.
Gratuita può essere la valutazione di una caso, di documenti e di circostanze, appunto per aiutare il cliente ad orientarsi meglio.
Gratuito, può essere un servizio o una parte di questo sempre e comunque quando questo non comporta un dispendio di risorse e responsabilità e possa essere inquadrato in una consulenza semplice concessa senza sforzo e rischio professionale.

CONSULENZA GRATUITA << CLICCA QUI >>

La consulenza legale è fatta di tanti aspetti e richiede competenza, studio, tempo e impegno: voi lo fareste gratis?

Sfatiamo quindi un mito, gli avvocati che lavorano gratis non esistono e, se dovreste trovarne uno, dovreste ricordare il detto “Se pensi che un Avvocato possa costare troppo, non sai quanto ti potrà costare non averlo o peggio aver un principiante”.

l’Avvocato GRATIS ESISTE ma è solo per chi ha diritto al “GRATUITO PATROCINIO

Lo Stato, infatti, fornisce ad alcune categorie svantaggiate il servizio di gratuito patrocinio. Chi infatti subisce un torto o deve far valere un proprio diritto e non può permettersi di pagare l’avvocato, lo Stato si fa carico delle spese legali che avrebbe dovuto sostenere il cittadino.
Quest’ultimo potrà quindi contattare uno dei legali iscritti all’elenco del gratuito patrocinio e avere diritto all’avvocato gratis.
Anche in questo caso quindi l’avvocato non lavora gratis ma viene retribuito dallo Stato (e infatti è più corretto parlare di Patrocinio a Spese dello Stato).

Quali sono i limiti di reddito per vedersi riconosciuto il diritto al gratuito patrocinio?

Per essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato è indispensabile che il richiedente sia titolare di un reddito annuo imponibile risultante dall’ultima dichiarazione basso, fissato secondo gli ultimi aggiornamenti non superiore a euro 11.528,41).
Se il soggetto convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da Lui e da ogni componente della famiglia.
In ambito penale il limite di reddito è incrementato di euro 1.032,91 per ogni familiare convivente.
Per maggiori informazioni si consiglia di rivolgersi allo sportello del gratuito patrocinio presso il Tribunale territorialmente competente.

Se necessiti di maggiori informazioni, il Team Legale di AVVOCATO ITALIA è disponibile, senza impegno, per una prima consulenza gratuita:

CONSULENZA GRATUITA << CLICCA QUI >>

Se invece hai già deciso di agire o devi difenderti e prima vuoi capire se hai diritto al GRATUITO PATROCINIO, richiedi una “VALUTAZIONE DOCUMENTALE e LEGALE”:

<< CLICCA QUI >> per richiedere una VALUTAZIONE DOCUMENTALE e LEGALE